Tu sei qui

BISOGNO DI GENTILEZZA

Contenuto in: 

BISOGNO DI GENTILEZZA

Il 13 novembre, per celebrare la Giornata della Gentilezza, i piccoli alunni della I F, classe a tempo del plesso in via Gravina dell’Istituto Comprensivo ‘Tattoli – De Gasperi, hanno realizzato un biglietto pop up da donare al proprio amico o alla propria amica, esprimendo sentimenti di affetto con frasi di genuina cordialità.

Nata da una conferenza del 1997 a Tokyo e introdotta in Italia dal 2000, tale giornata intende ricordare a tutti quale immensa rilevanza relazionale ha la capacità di mostrarsi vicendevolmente amabili, educati e sinceramente deferenti: in questi tempi in cui anche solo rispondere ad un ‘buon giorno’ sembra richiedere uno sforzo immane, è diventato necessario rimarcare il senso civile ed etico della gentilezza.

Dimostrarsi gentili è il modo più nobile e mirabile per aprire varchi di comunicazione e di incontro affinché si rompano le barriere dell’isolamento, si valichino i fossati dell’indifferenza, si vincano le resistenze della paura.

Per educare alla buona pratica della gentilezza non servono parole né teorie né assiomi complicati: solo attraverso le azioni piene di garbo e di premura si può rendere solido e profondo il valore della gentilezza, dando all’atto stesso valore concreto di esempio e insegnamento.

La poetessa americana Emily Dickinson scrisse: ‘Le cortesie più piccole/– un fiore o un libro –/piantano sorrisi come semi che germogliano nel buio’.

E nella nostra epoca quanto abbiamo bisogno di sorrisi e di gentilezza per sferzare il buio che sembra attanagliarci da ogni parte!

 

Luciana De Palma

Sito a cura dell'insegnante Raffaela Evangelista sul modello realizzato e distribuito da Porte Aperte sul Web, Comunità di pratica per l'accessibilità dei siti scolastici, nell'ambito del Progetto "Un CMS per la scuola" - USR Lombardia.
Il modello di sito è rilasciato sotto licenza Attribuzione-Non commerciale-Condividi allo stesso modo 3.0 Unported di Creative Commons.