Tu sei qui

Saluti alla comunità scolastica della neo-Dirigente Maria Rosaria De Simone

Contenuto in: 

Foto del DS De Simone Maria Rosaria

Carissimi,

Vi giungano i miei più fervidi saluti quale vostra neo-dirigente dell'Istituto Comprensivo Tattoli- De Gasperi, nella vostra colta città di Corato.

Inauguro con voi un personale agognato nuovo appagante percorso di vita, dopo anni di studio e di sacrifici personali e familiari.

E oggi sono qui con voi per esperire e condividere traguardi "nuovi", con il desiderio di essere "sale" della vostra terra, a servizio della comunità e della società, ponendo cura ad una risorsa delicatissima e preziosissima, i piccoli cittadini del domani da forgiare.

Io strumento, con voi, con lo spirito degli "umili, degli ultimi e  dei servitori". 

In una società burocratizzata, solipsistica e frenetica, ho una personale visione olonica della scuola: certamente agenzia formativa, e ... scuola controcorrente,  "umanizzata", sistema poliedrico, sinergico, flessibile, telocratico, dove respirare "cultura" della responsabilità e dell'incontro.

Una scuola dal respiro universale, "inclusiva, intelligente e sostenibile" (Eu2020), che si specchi nei paradigmi di una società complessa, liquida, glocale e digitale.

La società, il territorio, gli stakeholders, i prosumers, noi tutti fruitori e protagonisti, esigono un quid pluris, chiedono compliance, accountability. 

Voi siete le mie, le nostre "risorse umane";

ognuno di noi ha doti, talenti, qualità e potenzialità nascoste che desidererei fossero messe al servizio della comunità e della società, ed io maieuticamente, al vostro fianco, per una rigenerazione liquida, per una ​hinnovation hub permanente. 

Come tutto ciò? Ognuno per quel che può.

" non dobbiamo essere reggimento che marcia allo steso passo, ma orchestra che suona la stessa sinfonia" (Pennac), in team, etimologicamente, perché insieme ognuno produce di più.  

Ed io? " Non voglio fare l'imperatore, mi piacerebbe aiutare tutti" diceva Charlie Caplin ne "Il grande dittatore".

Lungi da noi tutti del senso di immortalità,immunità, indispensabilità, ma che io sia orgogliosa di voi per la mitezza, l'umiltà, il rispetto reciproco e la fiducia.

Concludo citando Steve Jobs che  a riguardo di Napoleone asseriva che" le guerre non si vincono sul campo, ma nel cuore dei propri soldati, prima ancora di scendere in  campo".

La mia preoccupazione sarà prendermi cura del vostro sentire, del vostro pensare, con empatia, sumpatheia. ....duc in altum.... superando sè stessi, prima ancora che gli altri.

Buona strada, cari tutti.

Faremo grandi cose insieme.  

Maria Rosaria De Simone

Sito a cura dell'insegnante Raffaela Evangelista sul modello realizzato e distribuito da Porte Aperte sul Web, Comunità di pratica per l'accessibilità dei siti scolastici, nell'ambito del Progetto "Un CMS per la scuola" - USR Lombardia.
Il modello di sito è rilasciato sotto licenza Attribuzione-Non commerciale-Condividi allo stesso modo 3.0 Unported di Creative Commons.