Tu sei qui

UN MONDO DI ALBERI

Contenuto in: 

UN MONDO DI ALBERI

Assecondando le stagioni, un albero scandisce il ritmo della vita, della sua e della nostra: ammirare la sua chioma che si arricchisce di nuovo fogliame e di polposi frutti dà pace al cuore, osservare la placida caduta delle foglie invita ad una meditazione intima e necessaria, contemplare i rami spogliati dal vento freddo sprona alla speranza di rivederli sazi.

In un’alternanza di pieni e di vuoti, gli alberi riescono a rassicurarci che il ciclo dell’esistenza tornerà a ripetersi, così come accade per le foglie che ricompaiono ad ogni primavera.

Gli alberi tramutano il buio della terra e il freddo in cui le radici affondano nella luce che traspare attraverso le foglie, nel calore della linfa che risale il tronco, nei profumi e nei colori dei fiori e dei frutti: simbolo di unione tra cielo e terra, custodiscono il silenzio della bellezza che non ha bisogno di parole.

Già gli antichi Romani avevano stabilito una festa in onore degli alberi, la ‘Festa Lucaria’, per celebrare gli alberi, tutelati soprattutto per motivi legati alla religione.

Nella nostra epoca, ogni anno, il 21 novembre, si celebra la Giornata degli alberi e il loro essenziale contributo alla vita; istituita dal ministero dell'Ambiente con la Legge 10 del 2013, "Norme per lo sviluppo degli spazi verdi urbani", essa ha l'obiettivo di promuovere la tutela dell'ambiente, la riduzione dell'inquinamento e la valorizzazione degli alberi che, assorbendo anidride carbonica e restituendo ossigeno, contribuiscono alla durevolezza della biodiversità, oltre ad avere un ruolo fondamentale nella prevenzione del dissesto idrogeologico, nella riduzione dell’inquinamento rumoroso, nel mitigare il vento, nell’offrire frescura in estate.

La scuola, che si prende carico dell’istruzione dei bambini e dei ragazzi, è anche il primo luogo deputato all’educazione e alla formazione degli stessi, fornendo strumenti per comprendere quanto gli esseri umani e la natura siano indissolubilmente legati tra loro: ignorare questo principio sarà deleterio per tutti.

Anche l’Istituto Comprensivo ‘Tattoli – De Gasperi’ promuove questa ricorrenza, onorandola nelle date del 21 e del 23 novembre, rispettivamente presso la Scuola Primaria e presso la scuola secondaria di primo grado De Gasperi.

In particolare, negli appositi spazi in giardino saranno piantati ibiscus, prunus e piante aromatiche, tra le quali lavanda e rosmarino, donate per l’occasione dalla Cooperativa Sociale Onlus ‘L’OBIETTIVO’, nella persona di Donato Carenza, Referente di area.

 Insieme ai giovani studenti, gli arbusti saranno messi a dimora nella terra, rendendo tangibile l’esperienza di vincere il degrado con la vita e con la bellezza.

Seguirà un’altra giornata di festa, nel mese di gennaio, con le classi prime della Scuola Primaria e con le classi della Scuola d’Infanzia.

Lo scrittore François-René de Chateaubriand scrisse: ‘Le foreste precedono i popoli, i deserti li seguono’.

D’altra parte la protezione delle foreste è uno dei metodi naturali più efficaci nella lotta ai cambiamenti climatici ed è innegabile che senza alberi il mondo sarebbe davvero in pericolo.

 

 

                                                                                                                                         Luciana De Palma

Sito a cura dell'insegnante Raffaela Evangelista sul modello realizzato e distribuito da Porte Aperte sul Web, Comunità di pratica per l'accessibilità dei siti scolastici, nell'ambito del Progetto "Un CMS per la scuola" - USR Lombardia.
Il modello di sito è rilasciato sotto licenza Attribuzione-Non commerciale-Condividi allo stesso modo 3.0 Unported di Creative Commons.